Viking IT

Come un hobby può stimolare il lavoro in ufficio

Come un hobby può stimolare il lavoro in ufficio

In questo articolo, approfondiremo la tematica degli hobby e le correlazioni che tali attività possano avere con il lavoro svolto in ufficio. Un hobby può infatti aiutarci a perfezionare una competenza specifica e a sviluppare un’abilità o un determinato stile lavorativo. Inoltre, le attività che svolgiamo nel tempo libero sono mosse da interesse, passione e divertimento: tutte caratteristiche che possono essere indirizzate verso potenziali sbocchi lavorativi.

I vantaggi del dedicarsi a un hobby

Hobby

Lo sviluppo delle competenze per lo svolgimento di un determinato lavoro non si limita ai corsi di perfezionamento e alle sessioni di formazione. Sebbene questi siano di assoluta importanza per approfondire tematiche specifiche e progredire all’interno dell’azienda, nel lavoro che effettuiamo o per il quale vorremmo candidarci vengono spesso chiamate in causa anche le attività che svolgiamo nel nostro tempo libero o gli sport che hanno segnato il nostro passato. Innanzitutto, un hobby è generalmente un’occupazione che ci permette di rilassarci dimenticandoci dello stress dell’ufficio. Lungi dall’essere inutili perdite di tempo, le occupazioni extra-lavorative ci consentono di scaricare le tensioni, svuotare la mente rendendola più ricettiva, rifocalizzare la nostra attenzione e trovare nuova energia che, a sua volta, si tramuterà in risultati e performance migliori nella professione. Gli hobby possono inoltre stimolare la creatività, accrescere la capacità di concentrazione, diversificare le competenze, aprire la mente, aumentare l’autostima per l’adozione di un diverso approccio ai problemi, l’identificazione di nuove soluzioni, lo sviluppo delle cosiddette soft skill – le competenze trasversali – l’impegno verso attività che ci riempiono di soddisfazione e che spesso, per questo motivo, diventano un buono spunto per convertirle in possibili sbocchi professionali. Ma andiamo nel dettaglio: vediamo insieme alcune delle attività a cui potremmo dedicarci e che potrebbero avere ripercussioni positive sul lavoro che svolgiamo.

Gli hobby che stimolano la creatività

Creatività

Particolarmente indicate per chi effettua mansioni più ripetitive al lavoro, queste attività garantiscono il ripristino di un sano equilibrio in quanto l’attenzione viene rivolta a quella parte del cervello che non è sufficientemente stimolata al lavoro. Attività di questo tipo sono, ad esempio, la scrittura creativa, la pittura, la cucina o la fotografia. Prendere carta e penna per dedicarsi a qualsiasi forma di scrittura favorisce l’autodisciplina e incoraggia lo sviluppo del problem-solving creativo sottoponendo la mente all’esercizio di delineamento di nuove connessioni tra idee. Permette inoltre di esaminare le situazioni da diversi punti di vista, imparando a tenere in considerazione l’opinione e la prospettiva di un determinato target di persone. Parlando di scrittura e pittura, anche le due attività che ne sono l’esatta immagine simmetrica – ossia lettura e passione per i musei – sono hobby in grado di stimolare la creatività di una mente “curiosa” e ben si prestano per potenziare le capacità di approfondimento e ricerca.

Do you speak English?

Lingue

I vantaggi derivanti dal parlare una lingua straniera sono innumerevoli. Oltre a permetterci di viaggiare instaurando un contatto più diretto con la gente del posto e di disporre di una competenza in grado di favorire l’inserimento nel mondo globalizzato di oggi, lo studio di una lingua straniera ci consente di vedere il mondo da una luce diversa. Iniziamo a pensare in un’altra lingua: ottimo esercizio per aiutarci a compartimentalizzare i compiti e a focalizzarci su problemi specifici. La tenacia e l’autodisciplina che applichiamo all’apprendimento di una lingua straniera, possono anche essere impiegate per imparare a suonare un nuovo strumento musicale. Un hobby di questo tipo potrebbe aiutarci a sviluppare competenze quali gestione dei compiti, realizzazione degli obiettivi o favorire il potenziamento delle abilità motorie. Inoltre, non dimentichiamoci che suonare in un gruppo non è così diverso dall’eseguire compiti individuali come parte di un progetto più ampio da compiere in armonia con gli altri membri del proprio team.

Sport di squadra e individuali

Sport

Il team in ufficio, a volte, è proprio come una squadra di calcio, pallavolo o basket, dove ognuno riveste un ruolo fondamentale nel raggiungimento di un obiettivo comune. Praticare uno sport di squadra stimolerà lo sviluppo di una personalità collaborativa e se da membro del team si diventa allenatore, sarà possibile fare esercizio sulle competenze di comunicazione e leadership. Possiamo imparare a infondere motivazione al team, condividere le nostre conoscenze per insegnarle a persone che si stanno avvicinando ora a quel determinato sport, organizzare il team in base alle competenze individuali e offrire spunti su cui lavorare o migliorare. Gli sport individuali come la corsa o il nuoto sono invece sinonimo di tenacia e resistenza: ci aiutano a focalizzarci su un obiettivo preciso e sono l’arena ideale per acquisire le abilità richieste dagli addetti alle vendite o del reparto di sviluppo commerciale. Sport più estremi come l’arrampicata o la mountain bike ci spronano infine a spingerci oltre i nostri stessi limiti assumendoci una dose di rischio calcolato.

Scacco matto!

Scacchi

Parlando di hobby e sport individuali, non si possono infine tralasciare attività come gli scacchi, la dama o il sudoku. Qui saremo più propensi a elaborare approcci strategici studiando con attenzione le mosse dell’avversario, competenza versatile che ben si presta a diversi ruoli in campo lavorativo. E per un reale scacco matto, terminiamo con una delle attività extra-lavorative più nobili e preziose: il volontariato. Donare il proprio tempo, la nostra risorsa principale, denota un’incredibile etica sociale. Si è pronti a mettere le esigenze degli altri davanti alle proprie, imparando a sviluppare competenze di comunicazione interpersonale a contatto con persone sconosciute o come parte di un team.

Con questi suggerimenti, speriamo di avervi offerto alcuni spunti concreti per iniziare il vostro prossimo hobby: un’attività che non solo vi permetterà di rilassarvi e ricaricare le pile, ma che contribuirà anche a favorire lo sviluppo di nuove competenze cambiando radicalmente il vostro modo di lavorare e pensare in ufficio. E come in una perfetta squadra di calcio, ora la palla la passiamo a voi: quali sono i vostri hobby preferiti e quale contributo offrono al lavoro che svolgete quotidianamente? Condividete con noi le vostre esperienze sulla nostra pagina Facebook Viking Italia.

Tag:, , , ,
Hobbies
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestGoogle+Share on LinkedIn

Comments are closed.