3 motivi per prendere appunti a mano
Pubblicato il 22 October 2019

Prendere appunti a mano è meglio che registrare, audio e video, e anche che prendere appunti scrivendo con il computer. Sì, il caro, vecchio (e per molti ormai obsoleto) sistema di scrivere a mano quando si segue una lezione o si partecipa a una riunione sarebbe più efficace di tutti gli strumenti che la tecnologia è in grado di metterci a disposizione oggi. A dirlo è una ricerca pubblicata su Psychological Science (dall’eloquente titolo The Pen Is Mightier Than the Keyboard) e per almeno 3 motivi.

Prendere appunti a mano impone di selezionare

Certo, registrare significa non perdere nulla di quanto viene detto, il che spesso calma l’ansia di molti, soprattutto studenti. E anche le famigerate minute of meeting, o verbali di riunioni, si lasciano sfuggire ben poco di quanto viene detto. Poi però tutta quella massa di informazioni è di nuovo da vagliare, ragionare, concettualizzare, cosa che invece avviene in automatico quando sei costretto a scrivere a mano, con la penna su un blocco note, e per forza devi selezionare le informazioni importanti e tralasciare quelle ininfluenti. Selezionare significa analizzare in modo critico, e analizzare in modo critico significa concettualizzare, cioè memorizzare.

Scrivere a mano mantiene attivo il cervello

È la prima conseguenza del punto precedente: registrare tutto significa operare in modo passivo, selezionare invece è un processo attivo, che accende il cervello e lo mantiene sveglio, giovane, performante. C’è anche una ragione neurocognitiva: digitare al computer significa semplicemente premere un tasto, ed è un gesto sempre uguale a se stesso scrivere a mano significa fare un segno grafico diverso per ogni lettera, e un insieme di segni grafici diversi per ogni parola, e questa variabilità di gesti della mano attiva diverse regioni del cervello correlate al pensiero, al linguaggio e alla memoria.

Scrivere aiuta a farsi delle mappe mentali

Quello delle mappe mentali è un metodo estremamente efficace per selezionare, organizzare, memorizzare e rielaborare le informazioni e non c’è nulla di più efficace per costruirsi, più o meno consapevolmente, le proprie mappe mentali che scrivere a mano. Vale per gli appunti durante una telefonata, vale per le lezioni scolastiche, vale per i punti salienti di una riunione, vale per elaborare un progetto più o meno grande.