Categoria: Idee

News e notizie dal mondo che riguardano il mondo degli uffici, degli studi professionali e delle aziende

Idee
07/10/2014

“Le lampade a incandescenza hanno dato luce al XX secolo, quelle a Led illumineranno il XXI”: è la breve spiegazione con cui il premio Nobel per la fisica 2014 è stato assegnato ai tre scienziati giapponesi (Isamu Akasaki e Hiroshi Amano della Nagoya University, e Shuji Nakamura dell’Università della California Santa Barbara) che con le loro ricerche sui diodi semiconduttori hanno permesso l’invenzione e la produzione industriale della nuova generazione di lampadine Led a basso consumo.

“Con l’arrivo delle lampade a Led ora abbiamo lampadine molto più efficienti e che durano molto di più rispetto alle vecchie fonti luminose” afferma la motivazione del premio dell’Accademia svedese delle scienze: infatti le nuove lampadine Led possono funzionare anche a bassa tensione (per esempio con l’energia fornita da un pannello solare fotovoltaico) e si stima possano migliorare la qualità della vita di 1,5 miliardi di persone che non hanno accesso alla rete elettrica.

Le lampade a led sono state sviluppate tra il 1989 e il 1993 e non solo sono più efficienti delle vecchie lampadine a incandescenza, ma anche delle più recenti alogene o fluorescenti: “Circa un quarto della produzione di energia elettrica mondiale è impiegata per accendere le lampadine, e i Led possono contribuire a risparmiare le risorse del pianeta” si legge ancora nella motivazione del Premio Nobel per la Fisica 2014.

Idee
29/08/2014

Capita ogni volta che si torna al lavoro da una vacanza: per i primi giorni si fa sempre fatica a stare seduti a lungo alla scrivania. No, non dipende dalla sedia da ufficio, che anzi per il resto dell’anno non crea mai problemi. Dipende dal fatto che in vacanza ci si muove di più, e ci vuole qualche giorno per riabituarsi alla postura corretta.

Allora si può prendere la buona abitudine di fare qualche esercizio di allungamento durante il giorno. Sono movimenti semplici, che si riesce a fare anche senza interrompere il lavoro, e che mi danno un bel sollievo.

Per esempio, quando si riceve una telefonata, ci si può allontanare un ’bout dalla scrivania e distendere le gambe. All’inizio distendendo una gamba alla volta, poi anche sollevando tutti e due i piedi contemporaneamente. Se invece si deve leggere un documento al monitor del computer, ci si può mettere con la schiena bella dritta, le mani dietro la testa e poi allargare bene i gomiti: è ottimo per la schiena. E se proprio proprio si sente di avere la schiena stanca, si può allontanare la sedia e piegarsi in avanti, un ’bout come dicono di fare in aereo quando si incontra una turbolenza.

Cosa pensano colleghe e colleghi? All’inizio potrebbero guardare un ’bout perplessi, poi capiscono e qualcuno potrebbe anche cominciare a imitarvi.

E voi, anche voi fate un ’bout di esercizio mentre lavorate?