Come migliorare l’autostima (e vivere felici)
Pubblicato il 8 December 2015

Basta commiserarsi, lamentarsi (del salario, della posizione lavorativa e in generale delle difficoltà quotidiane) e vivere il tutto come un piccolo, grande fallimento della vita: in fondo migliorare l’autostima è più semplice di quanto si creda, e bastano pochi, piccoli cambiamenti nelle nostre routine quotidiane per credere di più in se stessi e trovare ogni giorno qualcosa di bello di cui essere grati.

Ecco 6 semplici trucchi per migliorare l’autostima e mantenere i buoni propositi per l’anno nuovo.

Porsi piccoli obiettivi a breve termine

I grandi obiettivi a lungo termine sono spesso fonte di frustrazione e insoddisfazione, e per raggiungere i grandi obiettivi ci sono molti piccoli traguardi da tagliare: il segreto è porseli uno alla volta, facili e ravvicinati nel tempo, e raggiungerli uno alla volta.

Per approfondireLavorare a ore o a obiettivi?

Fare la lista delle cose positive

Ne basta una al giorno, da segnare su un diario (o mandare a mente prima di spegnere la luce e dormire) per trovare del buono, esserne grati e migliorare la considerazione di se stessi.

Informarsi

Leggere e informarsi è il motore delle nuove idee, e più idee si hanno più progetti si realizzano, e più progetti si realizzano e più cresce l’autostima.

Per approfondire: Probabilmente il tuo capo non legge nemmeno un libro all’anno

Cambiare abitudini

I cambiamenti radicali sono affascinanti ma anche difficili da affrontare. Ma cambiare poco a poco con piccole abitudini da modificare pian piano (per esempio muoversi di più durante la giornata, o prestare più attenzione ai colleghi, o ancora ritagliarsi del tempo per i figli) è il primo passo per un cambiamento radicale.

Per approdondireLe abitudini da ufficio pericolose per la salute

Mantenersi in forma

Gli anni passano, il fisico perde lo smalto della gioventù e non ci si sente più adatti a nulla. Basta qualche ora la settimana per rimettersi in forma e ritrovare motivazione e determinazione. Ed è un circolo virtuoso che si autoalimenta.

Per approfondire: 3 sani motivi per fare la pausa pranzo all’aperto

Non rimandare più

Il procrastinare è l’anticamera della frustrazione. Smettere di rimandare stimola invece la soddisfazione verso ciò che si riesce a fare.