Dalle 9 alle 5: l’orario di lavoro va in soffitta
Pubblicato il 11 February 2021

The 9-to-5 workday is dead“. L’orario di lavoro dalle 9 alle 5 è morto. Lo dice in un post sul blog aziendale Brent Hyder, il capo del personale di Salesforce, un’altra delle Big Tech californiane che, in seguito alla pandemia da Coronavirus, ha deciso di ripensare completamente la propria organizzazione del lavoro. E così dopo Facebook e Microsoft anche la compagnia del cloud computing fa una scelta coerente con il proprio business, lasciando libertà ai propri dipendenti di decidere se, quando e come lavorare in ufficio oppure da remoto.
Nelle parole di Hyder la creazione di una cultura aziendale non passa solo da una bella scrivania, un tavolo da ping-pong e degli snack a disposizione dei lavoratori: in un modo sempre connesso, h24 e con legami in tutto il mondo, l’orario di lavoro dalle 9 alle 5 non è l’organizzazione ideale per lavorare bene e avere successo. E non è solo una questione di produttività.

Che si tratti di gestire un team globale dislocato su diversi fusi orari, di business stagionali che hanno picchi e cali fisiologici, oppure semplicemente di trovare il giusto work-life balance, la strada del successo è quella della flessibilità, scrive Hyder. Il che non consentirà solo gli impiegati di portare i figli a scuola o prendersi cura dei parenti, ma anche all’azienda di allargare le proprie possibilità di recruiting, anche oltre e al di là delle città – carissime come San Francisco o New York – dove hanno sede i loro uffici.

Da oggi in poi saranno 3 le modalità di lavoro proposte dall’azienda e a scelta dei dipendenti: Flex, cioè da 1 a 3 giorni a settimana in ufficio a seconda delle necessità; Fully Remote, cioè sempre da remoto, ovunque sia la propria postazione di lavoro; Office Based, cioè la tradizionale modalità di lavoro in ufficio, che secondo Salesforce riguarderà solo una piccola percentuale dei propri lavoratori.

La sfida non è banale, perché tenere insieme produttività e flessibilità in un team diffuso non sarà facile, ma la strada sembra tracciata e l’orario di lavoro dalle 9 alle 5 sembra definitivamente andato in soffitta.

Credits photo: it.depositphotos.com