È il momento dei regali di Natale aziendali
Pubblicato il 13 November 2020

Eh sì, anche quest’anno è arrivato il momento dei regali di Natale aziendali. Praticamente non ce ne siamo nemmeno accorti, presi come siamo da tutte le vicende e vicissitudini dell’emergenza Coronavirus, ma il Natale quando arriva, arriva. Come recita una famosa pubblicità. E anche quest’anno siamo qui, a poco più di un mese, a pensare ai regali di Natale aziendali. Con una differenza, sostanziale: quest’anno sarà tutto diverso, se non proprio inedito.
Escluso fare il giro di clienti e fornitori con i cadeaux in mano, un rito forse poco sentito ma fondamentale nella relazione con chi lavora con noi o per noi. Molto difficile anche pensare di confezionare i regali in ufficio, dal classico cesto natalizio di specialità gastronomiche a ogni altro pensiero: se ancora si va in ufficio – e sì, in molti ancora vanno in ufficio – poi sarebbe quantomeno complicato gestirne la spedizione, con tutto quello che comportano le misure anti-COVID.
Per questo la vera risorsa di questo Natale 2020 per i regali aziendali potrebbero essere i siti di e-commerce specializzati in prodotti da ufficio. Scegliere, acquistare e spedire gli omaggi natalizi aziendali direttamente online è un ottimo modo di risparmiare tempo, gestire la flessibilità obbligata dalle norme anti-COVID, tenere sotto controllo il budget e poter sfruttare appieno le potenzialità di marketing di questo momento. Perché diciamo la verità: il Natale è una festività sentitissima, ma i regali di Natale aziendali hanno prima di tutto un obiettivo di marketing. Poi sì, ci sono collaboratori, clienti e partner con i quali il rapporto è qualcosa di più e di oltre una mera relazione professionale, e che talvolta sfiora l’amicizia: ma queste sono le eccezioni alla regola, e come tali vanno trattate.
Detto tutto ciò, cosa regalare a Natale come azienda anche in quest’anno caratterizzato dal Coronavirus? I cesti natalizi vanno sempre per la maggiore, sono sempre graditi, difficilmente si sbaglia (a meno che chi lo riceve non abbia particolari intolleranze o idiosincrasie alimentari) e raramente il pensiero finisce sprecato.
Poi ci sono i cosiddetti gadget, o prodotti da ufficio di uso quotidiano. Non faranno gridare “wow” dalla gioia ma agende, calendari, penne, memorie USB, portapenne da scrivania sono sempre utili e graditi. Con un grande vantaggio: possono essere personalizzati con il logo o il nome dell’azienda, e sono un grande strumento di Pubblicità Tramite Oggetto. E la PTO è uno dei più potenti strumenti di marketing ancora a disposizione. Il tutto con un costo accessibile se non contenuto.
Alla logica della PTO risponde anche l’abbigliamento, sempre con logo e nome dell’azienda. Ovviamente una t-shirt di cotone con il nome della propria PMI è un ’bout troppo cheap, ma cappellini invernali di tessuto tecnico sintetico, guanti, giacche antivento, marsupi e borselli non sono affatto cheap e in qualche modo si usano sempre.
Infine non bisogna dimenticare che con i regali di Natale aziendali si possono comunicare anche i valori della propria azienda. Un messaggio che va oltre la semplice consapevolezza del marchio. Per esempio questo potrebbe essere l’anno dei dispositivi di protezione individuali (dalle mascherine alle visiere in plastica e fino al gel igienizzante): un buon modo per dire che si tiene alla salute dei propri dipendenti e dei propri clienti e fornitori. Oppure, se si è deciso per una svolta green, anche le borracce in acciaio o alluminio potrebbero essere un ottimo regalo di Natale aziendale: ormai tutti ne fanno gli usi più diversi e sono un ottimo modo di comunicare i valori e la responsabilità sociale della propria azienda.

Credits photo: it.depositphotos.com