Perché non ascoltare musica in ufficio
Pubblicato il 9 October 2019

Ascoltare musica in ufficio potrebbe non essere una buona idea. Sì, vero, il mondo si divide tra chi trova la musica utile per isolarsi e ritiene che si sia anche più produttivi, e chi invece pensa che sia solo un motivo di distrazione. E secondo uno studio pubblicato sulla rivista Applied Cognitive Psychology avrebbero ragione questi ultimi: ascoltare musica in ufficio compromette la creatività e la produttività.

Perché ascoltare musica in ufficio è motivo di distrazione

Per appurare perché ascoltare musica in ufficio è motivo di distrazione gli scienziati autori dello studio hanno voluto anche capire se tutti i generi di musica sono uguali da questo punto di vista, e per farlo hanno sottoposto i lavoratori a una serie di puzzle e test lessicali per appurarne le capacità di problem solving mentre ascoltavano diversi generi musicali. Il risultato? Non c’è differenza: Mozart, Jimi Henrix e Gigi D’Alessio da questo punto di vista sono tutti top hit. Quindi sì, il silenzio è d’oro da questo punto di vista: quando si tratta di focalizzare la propri attenzione la musica altro non è che fonte di distrazione.

Quando può essere utile ascoltare musica in ufficio?

Se i detrattori stanno già esultando, non tutto è perduto per i musicofili da ufficio. Già, perché gli uffici – tranne rarissimi casi – non contemplano il concetto di silenzio assoluto. Trilli e squilli di cellulare, notifiche varie, gente che parla, gente che cammina, stampanti e chi più ne ha più ne metta producono una cacofonia che per alcuni è peggio della musica. Alcuni come un paio di ricerche precedenti – e citate anche dallo stesso studio – secondo le quali a queste condizioni la musica è in grado di ridurre lo stress, favorisce il team working e stimola il pensiero creativo.

Musica in ufficio sì o no?

Che fare quindi? Be’ intanto dipende dal tipo di ufficio in cui ci si trova (se molto silenzioso o perennemente caotico) e dal tipo di attività che si svolge (creativa, analitico, routinaria, etc) e infine sì, in qualche caso può essere concesso ascoltare musica in ufficio, magari meglio se non è di quelle che portano a ripetere il ritornello, mimare un riff o fare qualche movimento dance trascinati dal ritmo.

Photo by bruce mars from Pexels