Tag: feng shui
Ufficio
30/03/2016

Se la vostra settimana in ufficio consiste in otto ore o più di lavoro di fronte al computer, la vostra postazione sarà ormai diventata una seconda casa. Per questo motivo, è importante creare un luogo familiare e stimolante che vi dia la giusta energia per raggiungere gli obiettivi che vi siete prefissati a breve e a lungo termine. Ma come fare? Noi di Viking vorremmo darvi una mano con una serie di consigli su come creare, il più possibile, un ambiente circostante ideale per lavorare in maniera produttiva e in serenità.

Creare un ambiente sereno

La vostra scrivania diventa il vostro quartier generale dove dar vita a idee creative e mantenere alto l’impegno e la produttività. Facile a dirsi, giusto?! Eppure, credeteci, basta a volte posizionare alcuni oggetti significativi intorno a voi creando così le giuste condizioni per lavorare in armonia con voi stessi e con i colleghi. La foto di un vostro caro, l’immagine di un momento significativo della vostra vita o un riconoscimento ottenuto, sproneranno in voi il desiderio di rendere un lunedì uggioso il momento adatto per pianificare gli impegni e le scadenze della settimana. Sarà sempre utile posizionare sulla scrivania un calendario su cui aggiungerete all’inizio di ogni settimana, gli appuntamenti lavorativi e non. Se avete a breve in programma una vacanza, appuntatevelo sul calendario e sbirciate di tanto in tanto quanti giorni mancano alla data della partenza. Sarà un incentivo in più per lavorare con maggiore motivazione.
Se amate le piante e avete la fortuna di sedere vicino a una finestra, posizionate al lato della vostra scrivania o sul davanzale una pianta che amate e che abbia bisogno di luce. Oppure basterà un mazzo di fiori che colorino la vostra scrivania per ravvivare la giornata. Se amate la musica e c’è un genere o un cantante che vi motiva e che faccia da piacevole colonna sonora durante il lavoro, preparate a casa una playlist ad hoc e armatevi di un lettore mp3 e auricolari quando cominciate a sentire un calo d’attenzione al lavoro. Un solo accorgimento: evitate di tenere il volume della musica troppo alto, specialmente se sedete vicino a colleghi che non gradiscono essere distratti o che si devono sbracciare per attirare la vostra attenzione quando vogliono chiedervi qualcosa.

Ordine mentale è ordine visivo

Quando le scadenze si fanno pressanti o il capo vi chiede all’ultimo momento di risolvere un problema in breve tempo, la normale reazione è entrare in agitazione e stressarsi più del dovuto. Questo, ovviamente, è controproducente sia per la vostra capacità di pensare con lucidità, sia concentrarvi sul lavoro assegnato, e non è certo salutare per i vostri nervi!
Riprendere il controllo della situazione e concentrarsi sul lavoro può essere facilitato se avete già un controllo visivo di ciò che c’è sulla vostra scrivania. Sembra banale ma se siete circondati da pile di fogli in disordine, post-it ovunque, cartacce e oggetti inutili sul piano di lavoro, nonché mille finestre del computer aperte, la vostra capacità di concentrazione cala nettamente. L’ordine mentale sarà favorito certamente dall’ordine intorno a voi. Quindi, cercate di mantenere sempre il controllo degli oggetti che avete sulla vostra scrivania. Se non avete una cassettiera o armadio vicino a voi, procuratevi dei raccoglitori dove tenere i documenti importanti e catalogateli in modo da avere per ogni raccoglitore un progetto. Eliminate dalla vostra vista tutto ciò che è inutile, chiudete tutte le finestre del computer e tenete sulla scrivania un blocco per gli appunti che può sempre esservi utile.

Feng Shui in ufficio

Forse qualcuno di voi avrà già sentito parlare del Feng Shui, un’antica disciplina cinese che consiste nel posizionare oggetti e mobili in modo tale da attrarre flussi energetici positivi che migliorino il nostro vivere quotidiano. Ebbene, esistono una serie di accorgimenti che potrebbero migliorare anche la vostra produttività alla postazione di lavoro, organizzando in maniera strategica gli oggetti sulla vostra scrivania.
La scrivania in direzione dell’uscita
Se vi fosse possibile, posizionate la scrivania in direzione della porta d’ingresso cercando di non bloccare il passaggio con altri mobili. Secondo la disciplina cinese lo spazio libero verso l’entrata attira energeticamente nuove opportunità verso voi – nuovi progetti, nuovi clienti, una carriera in ascesa. C’è chi anche consiglia di posizionare uno specchietto sulla vostra scrivania o sul computer, se la vostra postazione desse le spalle alla porta d’ingresso.
La scrivania come centro energetico
Seguendo la disciplina cinese, è importante creare un giusto equilibrio di yin e yang – le due entità del Taoismo che convivono in ogni cosa dell’universo e che formano dal loro contrasto un equilibrio.
Decorando la vostra scrivania, cercate di privilegiare la compresenza dei colori complementari: per esempio, associate il rosso di un taccuino con il verde di una pianta, oppure il giallo di una cornice con il viola del portapenne o il blu di una penna con l’arancione di un blocco note. Da queste combinazioni scaturirà un calibrato equilibrio che saprà darvi energia e concentrazione.
Anziché posizionare il computer di fronte a voi ed essere completamente assorbiti dallo schermo per l’intera durata della vostra giornata di lavoro, cercate di posizionarlo al lato destro o sinistro della scrivania. In questo modo non sarà al centro della vostra attenzione visiva ma vi permetterà di interrompere il lavoro alla tastiera per prendere qualche appunto per nuove idee, progetti da proporre al vostro capo ecc.
Abbiamo cercato di darvi qualche dritta per movimentare la routine lavorativa e circondarvi di un ambiente sereno e produttivo quando sedete a lungo alla scrivania. Avete già messo in pratica qualcuno di questi consigli? Conoscevate già il Feng Shui? Seguite la nostra pagina Facebook Viking Italia e raccontateci quale di questi accorgimenti avete già messo in pratica.

Ufficio
30/12/2014

I cinesi ci credono fideisticamente. A noi occidentali possono sembrare soluzioni irrazionali. Ma insomma, tentar non nuoce: organizzare l’ufficio secondo i principi del Feng Shui, l’antico sistema di geomatica cinese, permetterebbe di far circolare meglio l’energia e aumentare la produttività. Lo ha spiegato a Vanity Fair Omar Discepoli, Feng Shui Teacher, diplomato in Naturopatia con specializzazione in energia Vibrazionale, con le 10 regole da osservare per portare energia positiva in ufficio. Eccole.
1) La posizione che assumiamo quando siamo seduti sulla poltrona della nostra scrivania deve dare un senso di solidità e radicamento. Per questo è molto importante avere una parete dietro di noi o comunque una struttura che protegga le nostre spalle. Meno movimento c’è dietro la nostra schiena, più riusciamo a concentrarci aumentando la nostra produttività.

2) E’ importante avere il controllo su tutto ciò che avviene intorno a noi. La collocazione migliore è quella che ci permette, stando comodamente seduti, di monitorare tutte le aperture della stanza: siano finestre o porte. Se ciò non fosse possibile si possono utilizzare specchi o altre superfici riflettenti in modo da avere il controllo sull’intero ufficio anche alle proprie spalle. Questo aumenta il senso di sicurezza e serenità.

3) Le immagini che i nostri occhi vedono, stimolano la nostra creatività e fantasia. Avere, per esempio, poster di paesaggi caraibici, foto di distese paradisiache o di colline armoniose, permette alla nostra mente di spaziare e allargare virtualmente gli spazi ristretti nei quali siamo abituati a lavorare.

4) La quantità di oggetti presenti sulla scrivania influenza la nostra attività lavorativa. Più oggetti, fogli, libri, dispense, materiali sono presenti sul piano di lavoro, meno novità ci arriveranno. Se siamo già oberati di lavoro questo non crea nessun tipo di problema se si tiene tutto in ordine; se siamo disordinati ciò porterà confusione mentale. Se invece abbiamo bisogno di novità, nuovo lavoro, nuove entrate, allora tenere sulla scrivania solo gli oggetti assolutamente necessari. Più spazio libero abbiamo, più l’Universo avrà la possibilità di provvedere alle nostre richieste.

5) Attenzione all’elettromagnetismo: tutte le parti del nostro corpo devono essere distanti almeno 50 centimetri da tutte le apparecchiature elettriche presenti. Questo comprende anche il caricatore del nostro cellulare. I nuovi monitor piatti, che hanno sostituito i vecchi video con il tubo catodico, non creano nessun tipo di problema. Attenzione invece ai mini-frigoriferi posizionati sotto la scrivania perché potrebbero causare gonfiori o problemi alle gambe.

6) La forma della scrivania deve essere sempre squadrata per dare senso di radicamento. Se il nostro lavoro richiede dei meeting o delle riunioni è bene predisporre un aggiuntivo tavolo rotondo od ovale che permetta a tutti i partecipanti di potersi guardare negli occhi e poter comunicare con più facilità.

7) I colori che ci circondano stimolano specifiche abilità: l’arancione aiuta negli stati confusionali, l’argento aumenta la stima personale, l’azzurro previene l’esaurimento nervoso, il bianco seda, il blu calma la mente, il giallo la stimola, l’indaco richiama l’intuizione, il marrone protegge dall’insicurezza, il nero evita l’ipertensione emotiva, l’oro è utile per raggiungere gli obiettivi, il rosa allenta la tensione mentale, il rosso diminuisce la stanchezza fisica, il verde rilassa il sistema nervoso, il viola richiama l’inconscio e la spiritualità.

8) Se potete scegliere l’orientamento cardinale del vostro ufficio evitate il Nord. In questo caso infatti si hanno più probabilità di incorrere in tristezza o depressione. Per avere successo e una buona produttività lavorativa è bene essere irrorati dalla luce solare. Quindi ottime soprattutto le esposizioni Est e Sud. L’Ovest è consigliato solo se state fino a tarda ora in ufficio.

9) La presenza di piante favorisce un ambiente disteso e rilassato. Inoltre alcune piante sono utili anche per purificare l’ambiente da sostante inquinanti. Se nella stanza in cui lavorate sono presenti molti computer inserite una Dracena marginata. Se ci sono stampanti o fotocopiatrici sono utili bambù, Sansevieria e Spatifillo. Se lavorate in un ambiente con moquette, tappeti, pavimenti incollati, con molta probabilità è presente della formaldeide: in tal caso si potrebbero introdurre Aloe, Ficus o Pathos.

10) La serenità dell’ambiente in cui lavoriamo è fondamentale per il nostro benessere. Ricordati sempre di dare il buongiorno ai tuoi colleghi, sii sempre disponibile, dona sorrisi a più persone possibili. Se il tuo collega ha idee differenti dalle tue cerca di prendere spunto anche dalla sua visione senza per forza prevaricarlo. Non avere fretta, tanto se le tue proposte sono le migliori, il tempo ti darà ragione.