Tag: retribuzioni
Notizie
07/01/2020

“Con quali lavori si guadagna di più?” è la classica domanda di quando, a fine anno, si tirano le somme e, a volte, ci si trova insoddisfatti del proprio lavoro e si pensa di cambiare vita. A dare una risposta è l’annuale indagine di Jobpricing, una società specializzata in indagini retributive che oltre a determinare lo stipendio medio generale lordo in Italia (29.278 euro l’anno) ha individuato, in uno scenario di stipendi ristagnante, i 5 settori con gli stipendi più alti:

banche,
farmaceutica e biotecnologie,
oil&gas,
ingegneria,
assicurazioni.

La buona notizia è che in questi settori si guadagna di più sia nelle posizioni apicali di dirigenti e quadri che in quelle per impiegati e operai. Nel dettaglio gli stipendi medi in questi 5 settori ammontano a: banche (42.330 euro), farmaceutica e biotecnologie (39.465 euro), oil&gas (37.816 euro), ingegneria (37.509 euro) e assicurazioni (34.725 euro).
Con quali lavori si guadagna di più come dirigenti e quadri?
Ancor più nel dettaglio, se per i top manager lo stipendio medio è di 101mila euro, con le funzioni meglio retribuite di top management&holding (113mila euro), area legale (107mila euro) e marketing (poco più di 100mila euro), i settori in cui manager e dirigenti sono meglio retribuiti sono quelli di che vanno da moda e banche (in vetta) fino al tessile, mentre i livelli più bassi si riscontrano in ambito It (poco più di 90mila euro), nei servizi alla persona e nella lavorazione del legno (92mila). I quadri, invece, guadagnano di più se specializzati nella funzione vendite (58mila euro l’anno rispetto a una media di 54mila) e nell’auditing (55mila euro), nei settori della moda, del tessile e delle assicurazioni, mentre sotto la media sono i comparti del turismo, della consulenza, dei trasporti e della logistica.
Con quali lavori si guadagna di più come impiegati e operai?
Tra gli impiegati le funzioni meglio retribuite sono quelle specializzate in produzione, vendite, manutenzione, ricerca e sviluppo, che assicurano retribuzioni annue tra i 33 e i 34mila euro, superiori alla media generale di 30.770 euro, in particolare nei settori navale, metallurgia e gomma plastica mentre in fondo alla classifica si trovano i settori di turismo, grande distribuzione e commercio al dettaglio (sui 28mila euro), insieme a hotel, bar e ristoranti (27mila euro).

Gli operai meglio retribuiti si trovano invece nelle funzioni customer care, post vendita, qualità e ricerca e sviluppo, con stipendi lordi tra i 25.550 e i 27mila euro, su una media di 24.780. Scendendo nel dettaglio dei comparti pagano meglio sono oil&gas, ceramica e utilities, mentre sotto media si trovano turismo e viaggi (circa 21mila), hotel e servizi integrati alle imprese (poco più di 22mila).